Banner contenente il logo di Showdown Italia, l'immagine della bandiera italiana e il logo del CSI.


Ricominciare o non ricominciare, è questo il dilemma

Nuovamente, ancora e ancora, il viaggio chiamato Showdown Italia ci ha portato, causa Covid 19, davanti ad un incrocio di strade con diverse ramificazioni che, apparentemente, risultano essere tutte rotte dalla meta certa e facilmente percorribili...
Dobbiamo solo decidere la direzione e, come nelle migliori e rispettabili storie, compare a margine dell'incrocio sul bordo della strada, il solito tavolo in legno massello intarsiato d'oro ove sono posizionate una serie di carte in stile medioevale, dai disegni colorati e luminosi.
Le osserviamo, le accarezziamo, ci concentriamo sul loro profumo e alla fine ne peschiamo soltanto due, le più belle.
Una, la più morbida e setosa, quella che rilascia la più dolce fragranza, ci invita a intraprendere la strada più semplice e breve spiegando le vele e partendo a spron battuto nell'organizzazione di eventi dove giocare a Showdown, accodandosi alla dichiarata ripresa e conseguente apertura delle attività del nostro bel paese.
L'altra, dai colori leggermente opacizzati e dal profumo antico, ci indica la strada più lunga e tortuosa, quella dell'attesa, quella della riflessione, quella della pianificazione, quella inusuale e poco trafficata dove viaggiare soli.
Dopo un lungo trascorrere nel quale cercare di ordinare e incanalare i grandi temi del pensiero, pratica molto difficile, abbiamo preso la nostra scelta stringendo tra le dita tremanti la carta più antica e consumata dai secoli, quella dell'attesa, decidendo di rinviare tutto a settembre 2021.
Si, purtroppo si... Per l'ennesima volta optiamo per la via più difficile e impopolare e, come sempre, vogliamo mettervi al corrente di quali sono le motivazioni che ci hanno portato a questa decisione:
secondo noi è attualmente prematuro ricominciare a giocare... La situazione dei contagi in apparente calo non è ancora chiara, ci sembra che la campagna di vaccinazione non fili come dovrebbe, l'esperienza delle riaperture dopo gli scorsi lockdown ci consiglia di attendere, i soggetti vaccinati potranno comunque essere potenziali contagiatori, ai tornei non potremo guardare le partite di compagni e amici godendo di qualche bello scambio di cui parlare per giorni, non potremo nemmeno assaporare il gusto dell'aggregazione e la socializzazione...
In sintesi, come già detto altre volte, non è accettabile pensare di mettere a repentaglio la salute altrui e la propria per un gioco, non essendoci oggi le condizioni fondamentali per giocare a Showdown in sicurezza e, questione non meno importante, non essendoci i presupposti per giocare il modello di Showdown voluto da Showdown Italia.
Saremmo stati pronti per ricominciare oggi, non dubitate quindi, che ci faremo trovare pronti per ripartire a settembre 2021 o appena la situazione Covid risulterà stabile.


Torna alla pagina precedente